Lifte
2 su 7 impianti aperti
Skigebiet offenopen
OfferteOffertePrenota online
Stagione estiva: 25/05 - 15/10 2017
Le Dolomiti – Patrimonio Naturale dell’Umanità

Plose: la porta che dà sulle Dolomiti

26 giugno 2009: A Siviglia il World Heritage Committee dell’Unesco ha ufficialmente inserito nove zone delle Dolomiti nella lista del Patrimonio Naturale dell’Umanità, per la loro sublime bellezza e unicità del loro paesaggio nonché per le loro caratteristiche geologiche e geomorfologiche.

Per chi volesse guardare da vicino queste meravigliose montagne, la Plose è il punto ideale. La stazione a valle della cabinovia Plose si trova a S. Andrea, poco distante solo 13 km dall’uscita dell’Autostrada del Brennero, e solo 7 km dalla città vescovile di Bressanone ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

La cabinovia Plose Vi porterà comodamente a quota 2.050 m di altitudine, in solo 10 minuti. Da qui partono tutti i sentieri. Salendo si ha una bellissima veduta su Bressanone e dintorni, l’inizio della Val Pusteria, Fortezza a nord e tutto il sud della Valle d’Isarco.

Arrivati alla stazione a monte avrete davanti a voi il panorama mozzafiato delle Odle di Funes, le Odle di Eores e il Sas de Putia, tutte cime delle Dolomiti. Fanno parte del Parco naturale Puez – Odle. Insieme ad altri otto gruppi dolomitici sono stati riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Dolomiti di Bressanone

L’area riconosciuta Patrimonio UNESCO si estende su una superficie di 142 mila ettari, cui si aggiungono altri 85 mila ettari di “aree cuscinetto” suddivisi tra le province di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone ed Udine. Tutte le superficie erano da tempo definite parchi naturali o zone protette da Natura 2000. Le singole zone rinosciute sono:

  • Pelmo-Croda da Lago (BL)
  • Marmolada (BL, TN)
  • Pale di San Martino, Pale di San Lucano, Dolomiti Bellunesi e Vette Feltrine (BL, TN)
  • Dolomiti Friuliane e Dolomiti d’Oltre (PN, UD)
  • Dolomiti settentrionali (BZ, BL)
  • Puez-Odle (BZ) – con Sas de Putia e le Odle di Eores e di Funes
  • Scialiar-Catinaccio, Latemar (BZ, TN)
  • Bletterbach (BZ)
  • Dolomiti di Brenta (TN)

La Fondazione Dolomiti-Unesco

Lo scopo della Fondazione Dolomiti UNESCO è quello di occuparsi della tutela e dello sviluppo conservativo delle Dolomiti. La sede legale e fiscale dell’ente si trova a Belluno per i primi anni, successivamente nelle altre province.