OfferteOffertePrenota online
Il 7 dicembre inizia la stagione invernale
La neve “sana”

Arriva la neve con effetto benessere “Wellbeing effect”

Un nuovo metodo nell’innevamento artificiale comporta considerevoli effetti positivi sul sistema immunitario dei visitatori della Plose.  Un’affermazione che sembra incredibile, ma i fatti parlano chiaro.

Qualche anno fa, quasi in segreto, la Trametsch fu innevata grazie ad un nuovo sistema di innevamento artificiale i cui risultati portarono ad una serie di commenti molto positivi da parte dei visitatori. La nuova tecnologia sviluppata dall’azienda austriaca ERSO Technology consiste in un’attivazione combinata tra aria e acqua a cui si aggiunge l’eliminazione dello smog elettromagnetico. Durante la produzione della neve tecnica la struttura naturale dell’acqua viene ristrutturata nei singoli fiochi di neve senza la necessità di ricorrere ad agenti chimici. Un‘altra caratteristica che fa di questa tecnologia la novità del futuro è la possibilità di attivare l’innevamento anche con temperature ai limiti mentre la produzione riguarda un tipo di neve a scioglimento ritardato. L’effetto positivo per l’ambiente è che così si abbassano i consumi di risorse preziose (acqua e corrente elettrica) e si riduce l’impiego dei macchinari per l’innevamento e per la preparazione delle piste.

Reinhold Harrasser Addetto all’innevamento e “gattista”: “La nuova neve è sensibilmente più compatta, non cede, ed è pronta per l’utilizzo già dopo la prima preparazione. La neve si spinge molto più facilmente con i gatti delle nevi e in primavera lo scioglimento avviene più tardi. Normalmente, infatti, in primavera devo sempre preparare la pista con l’argano, perché altrimenti il gatto delle nevi sprofonda, mentre con la nuova neve ho usato l’argano solo in qualche rara occasione.

Sentirsi bene sulle piste della Plose

Che cos’è la neve “sana”?

L’effetto benefico della qualità superiore di questo nuovo tipo di neve è stato provato sulla Plose in data 22 e 23 gennaio 2016 da un gruppo di medici da Graz in Stiria. Si tratta di un team di specialisti per la medicina Bio-informativa sotto la direzione scientifica del professor universitario Ing. DDott. Helmut Detter del dipartimento tecnico dell’Universtità di Vienna. Conclusione:  Le analisi su coloro che hanno accettato di sottoporsi al test e che hanno compiuto attività motorie sulla neve “sana” dimostrano l’effetto positivo sulla distribuzione energetica che a sua volta si traduce in una sensazione di benessere generale.

Benessere per piccoli e grandi ospiti

Oltre ai vari tratti della pista Trametsch anche il Ristorante La Finestra è stato sottoposto all’eliminazione dell’elettrosmog. È quindi il primo ristorante in montagna in tutto l’Alto Adige se non addirittura in tutta l’Italia che può essere considerato libero da eventuali carichi di radiazioni. Misurazioni mediche comparative hanno rilevato che una preparazione di alimenti in ambiente libero da elettrosmog conduce ad un assorbimento più rapido delle sostanze nutritive e quindi ad un bilancio energetico migliore.

Erso