Lifte
2 su 7 impianti aperti
Skigebiet offenopen
OfferteOffertePrenota online
Stagione estiva: 25/05 - 15/10 2017
Escursioni di 1-3 ore

Proposte per escursioni di 1-3 ore

Il paesaggio non si conquista con i pneumatici ma con le suole.
Georges Duhamel, 1884-1966

Visitate anche le proposte delle nostre escursioni guidate.

Escursioni sulla Plose

Punto di partenza: Stazione a monte della cabinovia Plose (Valcroce)

WoodyWalk

Dalla stazione a monte della cabinovia Plose fino al Rifugio Rossalm

WoodyWalkl’ideale escursione panoramica per tutta la famiglia! La prima tappa del sentiero panoramico delle Dolomiti, accessibile anche con passeggino, offre una meravigliosa vista sul Sass de Putia, le Odle di Eores e Funes. Lungo il sentiero si può sostare in diversi punti di ristoro, che garantiscono variazioni alla gita ed invitano a riposarsi.

Dislivelli in salita e discesa 100 m, lunghezza  4 km, segnavia n. 17, 17A,  14

Descrizione: Dal piazzale della cabinovia il sentiero segnavia 17 porta verso sudest, oltre la cappelletta per seguire il tracciato comodo e pianeggiante lungo i pascoli. Raggiunto il bivio si segue il segnavia 17 A verso sinistra, che continua salendo, passa dal rudere della vecchia malga Rossalm per raggiungere il sovrastante Rifugio Rossalm (2200 m). Nel ritorno si percorre la strada alpina segnavia 14 fino alla stazione a monte della cabinovia.

Punti di ristoro: al punto di partenza/ritorno si trova il Ristorante La Finestra e poco distante l’Albergo Geisler. Per chi si vuole rifocillare dopo 2 km (metà del percorso circolare), il rifugio Rossalm è il luogo ideale. Tutti i locali offrono anche possibilità di svago per bambini.

Rifugio Sci – Monte Fana

Dalla stazione a monte della cabinovia Plose fino alla località Rifugio Sci e sul Monte Fana

Il primo tratto viene percorso sulla Via Panoramica delle Dolomiti. Lungo questa parte iniziale si gode già di una delle più belle ed avvincenti vedute sul Sass de Putia e le Odle di Funes e Eores. Seguendo il percorso, all’escursionista si offrono due varianti per arrivare a Rifugio Sci: la prima viene indicata dalle insegne con il n. 17C poco dopo un punto di attrazione.  Viene percorso da escursionisti e ciclisti in mountainbike. La seconda variante parte poco più avanti, nelle vicinanze del “telefono segreto”. Il sentiero passa su una vecchia strada forestale e porta fino a Rifugio Sci. Da qui si può prendere la cabinovia Pfannspitz per arrivare comodamente sul Monte Fana.

Dislivelli in salita e discesa (senza il tratto in cabinovia Pfannspitz) 100 m, lunghezza percorso solo andata 2,5 km, segnavia n. 17 oppure n. 17C, nr. 7 sul Monte Fana

Descrizione: Dal piazzale della cabinovia il sentiero segnavia 17 porta verso sudest, oltre la cappelletta di Valcroce per seguire il tracciato comodo e pianeggiante lungo i pascoli. Variante sentiero n. 17C: seguire le insegne per Rifugio Sci lungo la strada forestale dapprima in discesa, per pianeggiante. Variante sentiero n. 17: Raggiunto il secondo bivio (nelle vicinanze del “telefono segreto”) si segue sempre il segnavia 17 verso destra. Una strada forestale dapprima pianeggiante poi leggermente in discesa porta nel bosco. L‘ultimo tratto viene percorso sulla pista da sci. Il tempo di percorrenza per l’andata fino alla cabinovia Pfannspitz su tutte e due le varianti è di cira 1 ora.

Da Rifugio Sci potete prendere la cabinovia Pfannspitz per arrivare comodamente in 5 minuti a quota 2.500m, a pochi minuti di distanza dalla cima di Monte Fana. Per favore controllare l’orario di apertura della cabinovia!

Punti di ristoro: al punto di partenza / arrivo finale si trova il Ristorante La Finestra e poco distante l’Albergo Geisler. Nel paesino di Rifugio Sci si trova l’Hotel Schlemmer. Mentre il servizio bar è garantito durante tutta l’estate, per favore controllare l’orario di apertura del ristorante. Nei pressi della stazione a monte della cabinovia Rifugio Monte Fana.

Rifugio Plose

Dalla cabinovia Plose sulla cima Plose

La salita al rifugio Plose merita soprattutto per il panorama di 360 gradi che offre durante la salita e poi all’arrivo. Da qui l’escursionista gode di veduta straordinaria dalle Alpi Breonie alle Dolomiti, dal Gruppo Brenta a sud al massiccio del Ortles ad ovest.

Dislivelli in salita e discesa 500 m, lunghezza 5 km, segnavia n. 7 e 3, tempo di percorrenza per andata e ritorno 2,5 ore

Descrizione: Dalla stazione a monte della cabinovia, prendere dapprima il sentiero n. 30 verso nord sulla strada forestale fino alla tornante. Proseguire lungo i segnavia 7 / 3 verso sudovest e poi in salita. Il sentiero n. 7 vi porta lungo il pendio sudest del Giogo Bello, mentre il sentiero n. 3 vi porta in cima al Giogo bello – salita ripida ma assolutamente appagante una volta arrivati perché da lì si gode di una fantastica vista. I due sentieri si ricongiungono sull‘omonima sella. Continuando in salita sulla larga cresta lungo le delimitazioni delle piste, si raggiunge il Rifugio Plose (2.455 m). A poche centinaia di metri di distanza e su tracciato quasi pianeggiante si trova il monte Telegrafo (2.486 m). Qui si trova anche il “Tavolo rotondo delle cime” che informa l’escursionista sulle tante cime in vista (oltre 100 cime!). Calcolate almeno un’ora in più per visitarlo.

Punti di ristoro: Adiacente alla funivia si trova il Ristorante La Finestra, mentre il Rifugio Plose in cima alla Plose dispone di terrazza panoramica.

Colle Libero

Dalla stazione a monte della cabinovia Plose a Colle Libero
Escursione a valle che porta ad un luogo di forza per rilassarsi e ricaricarsi: Colle libero.
La legenda vuole che la cappella nel 1740 sia stata costruita su un colle che allora era conosciuto come riservato alle streghe. Oggi il santuario attira persone di tutte le religioni perché è un luogo di forza e grande armonia.
Dislivello in salita e discesa: 280 m, segnavia Nr. 3
Percorso: Dalla stazione a monte della cabinovia seguire il sentiero con il segnavia nr. 3. Passando per la stazione della seggiovia si arriva su strada asfaltata che porta sempre in discesa fino al parcheggio a pagamento. Da qui il sentiero segnavia nr. 3 entra nel bosco e in discesa continua in direzione sud-ovest. Dopo ca. 1 ora si arriva alla collina di Colle libero. Una breve salita porta alla cappella.
Ritornare sullo stesso percorso. In alternativa da qui si può prendere il crocevia che porta lungo un sentiero pianeggiante a Plancios (ca. 2 km) oppure il crocevia che porta verso Valle fino alla stazione della funvia (sentiero con il segnavia nr. 5). Questo sentiero passa sempre attraverso il bosco, verso la fine attraversa i prati della pista Trametsch e passa per il rifugio Trametschhütte. Da qui sono ca. 100m su strada asfaltata per arrivare al parcheggio della funivia.
Punti di ristoro: all’arrivo della funivia c’è il Ristorante La Finestra e nelle vicinanze della stazione a valle si trovano il rifugio Trametschhütte, lo snackbar P3 e la pizzeria Plosestodl.

 

Punto di partenza: Stazione a monte della cabinovia Pfannspitz

Escursione a Cima Gabler – l’alba sul Monte Gabler

Breve escursione dalla stazione a monte della cabinovia Pfannspitz fino alla Cima Gabler

Vivere un‘avventura indimenticabile sulla Plose. Un’ escursione a Cima Gabler con vista unica sul Sasso Putia e le Odel diventa sinonimo di Grande Cinema sulla Plose.

Dislivelli in salita e discesa: 140 m, lunghezza 4 km, segnavia n. 7, tempo di percorrenza per andata e ritorno 1 ora 30 min.

Descrizione: Con le confortevoli cabine panoramiche, in soli 5 minuti, si viaggia da Rifugio Sci fino a quota 2500 metri. Dalla stazione a monte della cabinovia, seguendo il sentiero con segnavia Nr. 7 si raggiunge la Cima Gabler 2.576 metri in poco meno di un’ora.  L’ultimo tratto della salita richiede una certa esperienza e fermezza di piede.

Difficoltà: escursione di media difficoltà (richiesta fermezza di piede)

Punti di ristoro: Rifugio Pfannspitzhütte presso la stazione a monte della cabinovia, Hotel Schlemmer presso la stazione a valle

Escursioni all’alba a Cima Gabler: Se volete vivere l’esperienza indimenticabile dell’alba nelle Dolomiti, cliccate qui per i dettagli di un’escursione individuale o guidata.

 

Rifugio Plose e Tavolo rotondo delle cime

Dalla stazione a monte della cabinovia Pfannspitz fino al Monte Telegrafo e Rifugio Plose

Dal Monte Telegrafo l’escursionista gode di veduta straordinaria dalle Alpi Breonie alle Dolomiti, dal Gruppo Brenta a sud al massiccio del Ortles ad ovest. Il Tavolo rotondo delle cime individua in maniera semplice ed efficace più di 100 vette.

Dislivelli in salita e discesa 100 m, lunghezza 3 km, segnavia n. 7, 6, tempo di percorrenza per andata e ritorno 1 ora (senza tempo dedicato al Tavolo rotondo delle cime).

Descrizione: Dalla stazione a monte della cabinovia Pfannspitz (2.505m), scendere lungo il sentiero n. 7 verso nord, per circa 15 minuti. Dopo risalire verso il Rifugio Plose ( 2.445m), sempre lungo il sentiero con il segnavia nr. 7. A poche centinaia di metri di distanza e su tracciato quasi pianeggiante si trova il monte Telegrafo (2.486 m). Qui si trova anche il “Tavolo rotondo delle cime” che informa l’escursionista sulle tante cime in vista (oltre 100 cime!). Calcolate almeno un’ora in più per visitarlo.

Punti di ristoro: Adiacente alla funivia si trova il Rifugio Pfannspitzhütte, mentre in cima alla Plose è aperto il Rifugio Plose.