Lifte
3 su 7 impianti aperti
Skigebiet offenopen
OfferteOffertePrenota online
Benvenuti sulla Plose
Escursioni di 3-5 ore

Proposte per escursioni di 3 – 5 ore

Le montagne sono le grandi cattedrali della terra, con i loro portali di roccia, i mosaici di nubi, i cori dei torrenti, gli altari di neve, le volte di porpora scintillanti di stelle.
(John Ruskin)

Visitate anche le proposte delle nostre escursioni guidate.

Alta via di Bressanone

Alta Via di Bressanone

Dalla stazione a monte della funivia Plose fino al rifugio Ochsenalm
L’Alta Via di Bressanone, detta anche Alta Via dei Cirmoli, rappresenta una bellissima passeggiata panoramica a quota 2000m, a monte della conca di Bressanone. Partendo dalla cabinovia, l’alta via porta quasi sempre pianeggiante verso nord lungo il limite superiore del bosco, e fino alla Ochsenalm (malga dei buoi). Il comodo sentiero a mulattiera si presta anche come passeggiata in montagna per famiglie con bambini.
Dislivelli in salita e discesa 100 m, distanza fino alla Ochsenalm 6 km, segnavia n. 30, tempo di percorrenza per andata e ritorno 3-4 ore
Descrizione: Dalla stazione a monte il sentiero ben marcato col segnavia 30 porta dapprima in salita poi lungo il limite superiore del bellissimo bosco di cirmoli. Procede verso nord in tracciato pianeggiante. Oltre una sella con capanna si attraversa il marcato vallone Trametsch, in alto sul crinale si vede il rifugio Plose. La via continua in traversata lungo il pendio ovest e nordovest del Monte Telegrafo. Passando per canaloni, sporgenze rocciose e conche coperte da rododendri (fioritura fine giugno – metà luglio) si raggiunge  la Malga Ochsenalm. Impressionante la veduta aerea di Bressanone, con aria limpida ad ovest si vedono i Monti Sarentini, a Nordovest le Alpi Breonie e a nord, oltre i Monti di Fundres, le Alpi Aurine. La via di ritorno sorprende con ulteriori impressioni.
Punti di ristoro: Alla partenza si trova il Ristorante La Finestra. Ochsenalm é una malga in stile tradizionale che offre semplici piatti tipici della regione.

Rifugio Plose e Tavolo rotondo delle cime

Dalla stazione a monte della funivia Plose sulla cima Plose e  cima Monte Telegrafo con Tavolo rotondo delle cime
La salita al rifugio Plose merita soprattutto per il panorama di 360 gradi che offre durante la salita e poi all’arrivo. Da qui l’escursionista gode di veduta straordinaria dalle Alpi Breonie alle Dolomiti, dal Gruppo Brenta a sud al massiccio del Ortles ad ovest. Il Tavolo rotondo delle cime individua in maniera semplice ed efficace più di 100 vette.
Dislivelli in salita e discesa 500 m, lunghezza 5 km, segnavia nr. 30, 3-7, 6, tempo di percorrenza per andata e ritorno 2,5 ore (senza tempo dedicato al Tavolo rotondo delle cime).
Descrizione: Dalla cabinovia, prendere dapprima il sentiero n. 30 verso nord sulla strada forestale fino alla tornante. Proseguire lungo i segnavia 7 / 3 verso sudovest e poi in salita. Il sentiero n. 7 vi porta lungo il pendio sudest del Giogo Bello, mentre il sentiero n. 3 vi porta in cima al Giogo bello – salita ripida ma assolutamente appagante una volta arrivati perché da lì si gode di una fantastica vista. I due sentieri si ricongiungono sull‘omonima sella. Continuando in salita sulla larga cresta lungo le delimitazioni delle piste, si raggiunge il Rifugio Plose (2.455 m).
A poche centinaia di metri di distanza e su tracciato quasi pianeggiante si trova il monte Telegrafo (2.486 m). Qui si trova anche il “Tavolo rotondo delle cime” che informa l’escursionista sulle tante cime in vista (oltre 100 cime!).
Punti di ristoro: Adiacente alla funivia si trova il Ristorante La Finestra, mentre il Rifugio Plose in cima alla Plose dispone di terrazza panoramica.

Rifugio Sci – Rossalm – Funivia

Percorso circolare che porta dalla stazione a monte della funivia Plose a Rifugio Sci e Rifugio Rossalm
Il primo tratto viene percorso sull‘Alta Via Panoramica delle Dolomiti fino all‘incrocio per il Rifugio Rossalm. Offre una delle più belle ed avvincenti vedute sul Sass de Putia e le Odle di Funes e Eores. Dopo questo primo tratto il tracciato passa su una vecchia strada forestale, percorrendo prima lungo il confine del bosco per poi attraversarlo.
Dislivelli in salita e discesa 200 m, lunghezza percorso 5 km, segnavia n. 17, 6, 14
Descrizione: Dal piazzale della cabinovia il sentiero segnavia 17 porta verso sudest, oltre la cappelletta di Valcroce per seguire il tracciato comodo e pianeggiante lungo i pascoli. Raggiunto il bivio si segue sempre il segnavia 17 che porta dritto. Il sentiero dapprima pianeggiante poi leggermente in discesa porta alla località di Rifugio Sci. Poco prima del Berghotel Schlemmeril segnavia nr. 6 porta in salita per 45 minuti fino a raggiungere il Rifugio Rossalm. Da qui si torna sulla strada forestale nr. 14 per percorrere i 2,3 km fino alla funivia.
Punti di ristoro: Alla partenza si trova il Ristorante La Finestra e poco distante l’Albergo Geisler, la Rossalm con grande parco giochi per bambini e nella località Rifugio Sci l’Hotel Schlemmer.

Rifugio Schatzerhütte

Percorso circolare che porta dalla funivia Plose a Rifugio Sci e Rifugio Schatzerhütte. Ritorno per il Rifugio Rossalm
Escursione di grande valore panoramico che porta lungo i pendii della Plose fino al Rifugio Schatzerhütte. Al ritorno segue le tracce della Maratona Bressanone Dolomiti fino al Rifugio Rossalm e termina alla funivia
Descrizione:Dal piazzale della cabinovia il sentiero segnavia 17 porta verso sudest, oltre la cappelletta di Valcroce per seguire il tracciato comodo e pianeggiante lungo i pascoli. Arrivati al secondo bivio (dove si trova la stazione del telefono) si segue sempre il segnavia 17 che porta dritto. Una strada forestale larga dapprima pianeggiante poi leggermente in discesa porta alla località Rifugio Sci (l’ultimo tratto è segnalato con il 17C).  Da qui si continua per un breve tratto su strada asfaltata e poi su strada forestale, segnavia nr. 8, dapprima pianeggiante poi in leggera salita fino ad arrivare al Rifugio Schatzerhütte.
Poco prima del rifugio il sentiero nr. 4 porta in direzione opposta fino al Rifugio Rossalm. Questo tratto corrisponde al tracciato della Maratona Bressanone Dolomiti che si tiene ogni anno alla fine di giugno.
Dal Rifugio Rossalm seguire il sentiero nr. 14 lungo la strada forestale oppure il Woodywalk (nr. 17A, 17)
Punti di ristoro
Alla partenza si trova il Ristorante La Finestra e vicino l’Albergo Geisler. Rifugio Schatzerhütte al punto estremo del tour e sulla via del ritorno Rifugio Rossalm.

Giro nel Parco nazionale Puez Odle

Dalla stazione a monte della funivia Plose fino alla fino alla Rodella
Percorso molto bello sui pendii orientali della Plose che arriva fino ai piedi delle Odle. L’inizio del percorso segue il tracciato del WoodyWalk, poi si entra nel bosco. Fino poco prima del rifugio Schatzer Hütte il tracciato si snoda gran parte nel bosco. Si torna nel bosco dopo il rifugio per poi continuare, nei pressi della località Halsl, in mezzo ai pascoli e prati di montagna situati sotto le dominanti rocce delle Dolomiti. Sia il Rifugio Halslhütte che il rifugio Edelweisshütte offrono anche possibilitá di pernottamento per affrontare un tour tra le vette dolomitiche circostanti: Sass Putia, Tullen e l’Alta Via Günther Messner.
Dislivelli in salita e discesa: 200 m, lunghezza del tracciato completo 15 km, segnavia Nr. 17, 17C, 8; al ritorno, in alternativa, si può passare per il Rifugio Rossalm segnavia 4, 14
Descrizione: Dal piazzale della cabinovia il sentiero segnavia 17 porta verso sudest, oltre la cappelletta di Valcroce per seguire il tracciato comodo e pianeggiante lungo i pascoli.Al secondo bivio si segue sempre il segnavia 17 che porta dritto. Una strada forestale larga dapprima pianeggiante poi leggermente in discesa porta alla località di Rifugio Sci. Da Rifugio Sci si continua per un breve tratto su strada asfaltata e poi su strada forestale, segnavia nr. 8, dapprima pianeggiante poi in leggera salita. Nelle vicinanze del Rifugio Schatzerhütte il sentiero è di nuovo pianeggiante, al bivio, seguire il sentiero col segnavia nr. 8 che porta in discesa nel bosco per poi sbucare nei pascoli e prati intorno ai Rifugi Edelweiss e Halsl. Ritornare alla funivia seguendo le istruzioni alla rovescia. Eventualmente si torna solo fino alla località Rifugio Sci per poi prendere la corriera (attenzione agli orari). Un’alternativa per il ritorno è quella di passare per il Rifugio Rossalm prendendo nei d’intorni del Rifugio Schatzer Hütte il sentiero con il segnavia nr. 4.
Punti di ristoro: Ristorante La Finestra presso la stazione funiviaria, Rifugio Schatzer Hütte, Rifugio Halslhütte e Rifugio Edelweisshütte

Giro delle 3 cime

Il giro delle tre cime si protrae lungo l’intera cresta del massiccio della Plose.
Porta dapprima a Monte Telegrafo con veduta a strapiombo di 2.000 m su Bressanone e la parte centrale della Valle d’Isarco. Qui si trova anche il Tavolo rotondo delle Cime.  Prosegue poi verso Monte Fana e infine al Monte Forca, cima più alta del gruppo. Si tratta di una gita giornaliera di tipo facile che in giornate limpide offre uno stupendo panorama.
Dislivelli in salita e discesa: 1500m, lunghezza del tracciato 15 km, segnavia Nr. 7, 14
Descrizione: Arrivati in quota, dal piazzale della cabinovia Plose il sentiero segnavia 30 porta in leggera salita verso nord su strada forestale. All’incrocio con i sentieri 3/7 seguite questi fino a raggiungere la sella Giogo Bello. Il sentiero nr. 3 porta in cima al Giogo Bello, il sentiero nr. 7 rimane sul pendio, di seguiti i due sentieri si ricongiungono di nuovo.  Continuando in salita si raggiunge il rifugio Plose (2.445 m) e a pochi centinaia di metri di distanza il monte Telegrafo. Da qui l‘escursionista gode di veduta straordinaria dalle Alpi Breonie alle Dolomiti, dal Gruppo Brenta a sud al massiccio del Ortles ad ovest.
Tornando al Rifugio Plose si continua dapprima in discesa lungo il segnavia nr. 7 e poi nuovamente in salita lungo la cresta fino al Monte Fana, 2545 m. Ancora una volta si scende leggermente prima di risalire, adesso sul Monte Forca (Gabler), 2576 m. L’ultimo tratto della salita richiede una certa esperienza.
La vista panoramica a 360 gradi che si gode dal Monte Forca/Gabler, è unica e spettacolare nelle giornate serene: le malghe verdi ai piedi delle Odle e del Sass di Putia con le altre cime delle Dolomiti in lontananza. Una immagine paesaggistica davvero impressionante.
Per la discesa seguire uno stretto sentiero attraverso i prati che conduce alla strada forestale nr. 14. Da qui in leggera pendenza fino alla malga Rossalm e poi fino alla stazione a monte della cabinovia.
Punti di ristoro: Ristorante La Finestra presso la cabinovia Plose, Rifugio Plose e Rifugio Rossalm.